+39 348 441 9400

    Musica da camera con vista – II edizione

    Francesca Zini · Agosto 06, 2019 · eventi, stagione 2019 · 0 comments

    I luoghi della musica per quartetto d’archi, dall’intimità dei salotti allo spazio internazionale del web.

     

    Clicca qui
    e guarda il trailer del progetto
    sul nostro canale YouTube!

     

    Clicca qui
    e guarda il SE
    CONDO TRAILER
    sul nostro canale YouTube!

     

    Un progetto di Associazione Amici del Quartetto “Guido A. Borciani” a cura di Giovanni Bietti

     

    Il progetto Musica da Camera con vista, giunto felicemente alla 2° edizione, nasce dal preciso intento di promuovere e diffondere il grande repertorio quartettistico e i suoi interpreti riportandola innanzitutto nei luoghi che, per le dimensioni intime e raccolte, si rivelano particolarmente adatti, ieri, come oggi, all’ascolto della musica da camera.

    L’iniziativa si propone infatti il duplice fine di favorire la comprensione e la divulgazione di autori, composizioni ed esecutori anche attraverso lo strumento televisivo e del web e al tempo stesso di sostenere le valenze turistiche dei territori aprendo al pubblico la conoscenza di siti che tra le due province di Reggio Emilia e Modena per le loro caratteristiche storiche, culturali, architettoniche e ambientali ben si prestano all’esecuzione della musica per Quartetto d’archi: così Villa comunale Fabriani, un elegante edificio del XVIII in Spilamberto, sede del Museo dell’aceto balsamico tradizionale di Modena, il Borgo delle viole di Castellarano, la Rocca del Boiardo in Scandiano, L’Ospitale di Rubiera e il paesaggio della Riserva Cassa di espansione del fiume Secchia, Casa Borciani, ove nacque lo storico Quartetto italiano, e il Ridotto del Teatro Valli di Reggio Emilia hanno offerto la cornice ideale per l’esecuzione e la registrazione audio/video di cinque lezioni condotte da Giovanni Bietti con i Quartetti, Eos, Echos, Bresler, Mitja, Noûs in un vasto panorama che raccoglie in una preziosa antologia brani famosi articolati, per ogni puntata, attorno ad un tema: Pathos, Natura, Amore, Multiculuralità, Tra passato e Futuro la cui comprensione diviene più acuta e consapevole grazie agli approfondimenti suggeriti dal conduttore.

    Non volevamo però rinunciare al valore del contatto diretto col pubblico attraverso l’esecuzione dal vivo: sono nati così diversi appuntamenti previsti tra settembre e dicembre 2019 che vedono impegnati, ancora una volta, in concerto, i medesimi quartetti e l’ideatore e curatore della rassegna, Giovanni Bietti.

    31 agosto – Quartetto Eos

    1 settembre – Quartetto Echos

    2 settembre – Quartetto Bresler

    3 settembre – Quartetto Mitja

    18 dicembre – Quartetto Noûs

    Leave a Comment!

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *